Laboratori di graffiti

I graffiti sono diventati mainstream e quindi anche i laboratori di graffiti sono molto popolari. Alla gente piace creare qualcosa. Si organizzano laboratori di graffiti per feste di bambini, gite aziendali o per esempio weekend in famiglia.

Ci sono molte aziende, gestite da artisti di graffiti, che organizzano laboratori su base giornaliera. Questo è un bel modo per imparare da un professionista, ma alcune persone preferiscono organizzare un workshop da soli. Riceviamo spesso chiamate che ci chiedono quali bombolette spray e quali colori sono la scelta migliore per un laboratorio di graffiti.

Con questo post, vogliamo spiegare alcune cose sui laboratori di graffiti. Dividiamo i workshop in due forme. Avete il laboratorio di graffiti e quello di stencil-art.

Il laboratorio dei graffiti-lettera

Al laboratorio di graffiti-lettera il partecipante compone il proprio nome di graffiti. Poi verrà spiegato cosa rende una lettera, una lettera di graffiti. Imparerete le basi di bit, frecce e 3D e farete uno schizzo basato su questa conoscenza.
Questo schizzo sarà poi realizzato su una piastra di legno o su una grande tela (+/- da 100 x 60cm). Avete bisogno di spazio, perché altrimenti diventa un gioco da ragazzi. Imparerete a costruire un pezzo di graffiti. Per prima cosa, si trasferisce lo schizzo dalla carta al piatto o alla tela. Poi si riempie lo schizzo con uno o più colori e motivi, dopo di che si applicano le ombre/3D. Quando tutto questo è fatto, si chiude il pezzo con un contorno e infine si aggiungono le luci.

Finisci il workshop con un pezzo completo, che puoi appendere sopra il tuo letto. Per organizzare questo workshop, è importante sapere come costruire un pezzo di graffiti. Una buona guida non è quindi un lusso! Infine, questa è una forma di laboratorio molto bella per familiarizzare con la forma classica di graffiti.

Il laboratorio di stencil-art

La seconda forma di workshop è il workshop di stencil-art. La stencil-art è conosciuta da artisti come Bansky. La stencil-art può essere fatta su muri di città così come su tele più piccole (+/- 40 x 50cm). Il workshop può essere diviso in due fasi. Per prima cosa, i partecipanti possono disegnare e poi tagliare i propri stencil, oppure si può saltare questo passaggio e usare stencil già pronti (per esempio, gli stencil di QBIX). Si può anche combinare. È divertente tagliare le tue lettere, così capirai il principio. Per esempio, con la lettera o bisogna lavorare con le parentesi, perché altrimenti il centro cade. I modelli e i disegni molto dettagliati sono più noiosi da tagliare, si potrebbe usare uno stencil pronto per questo.

La seconda parte del workshop consiste nel pimpare la tua tela. Si comincia con lo sfondo. Potete renderlo pazzo quanto volete, pensate a schizzi di vernice, modelli, ecc. Quando hai finito, devi lasciarlo asciugare completamente. Altrimenti gli stencil si attaccheranno alla tela! Fortunatamente, la vernice spray si asciuga molto rapidamente.
Poi si continua con l’applicazione degli stencil. Il disegno può essere qualsiasi cosa, ma se, per esempio, si usa uno stencil con due strati, allora è consigliabile usare un forte contrasto di colore tra i due strati.

Il laboratorio di street-art è un laboratorio molto accessibile a grandi e piccini. Questa forma non richiede alcuna conoscenza pratica dei graffiti ed è quindi più accessibile per i laboratori senza guida professionale.

Alcuni punti da prendere in considerazione

Per un laboratorio di graffiti è importante avere una bomboletta spray in bianco e nero e intorno una gamma di colori primari. Oltre ai colori primari, è sempre bello avere una tonalità più scura o più chiara per poter fare delle transizioni. Più freschi sono i colori, più fresco è il risultato finale. Un consiglio è quello di usare le bombolette spray bianche e nere solo quando i partecipanti sono pronti a delineare le lettere dei graffiti, o nel caso della stencil-art gli strati dello stencil (vedi l’esempio di Biggie sopra). Questo assicura che la superficie sia sempre accogliente.

Se si lavora su una lastra di legno, si consiglia di coprire prima la lastra con del lattice (il lattice bianco economico di Action va bene). Questo assicura che la vernice spray non si impregni troppo nel piatto e quindi la bomboletta dura più a lungo! Con una bomboletta si dovrebbe essere in grado di coprire circa (a seconda dell’utente e del tipo di superficie) due metri quadrati.

Infine, è consigliabile lavorare con bombolette spray a bassa pressione e tappi sottili. La bassa pressione assicura che (rispetto all’alta pressione) si ha più controllo sulla bomboletta e un tappo sottile assicura linee sottili, il che significa che non si ottengono gocce così rapidamente.
La nostra preferenza per le officine è quindi per le bombolette spray Flame Blue. Hanno una bassa pressione e sono forniti con un tappo sottile come standard. Un ulteriore vantaggio è che sono a base di acrilico e quindi meno tossici!